I nuovi Samsung Galaxy S20

Categorie prodotto

Carrello

 

Samsung Galaxy S20  , edizione 2020 è il modello di punta della casa coreana assieme al Note. Quest’anno bisogna usare il plurale dato che le versioni sono tre: S20, S20+ e anche S20 Ultra.  Presi in quest’ordine, vanno da quello con buone caratteristiche al modello con più opzioni immaginabili, compreso un vistoso set di fotocamere.

Samsung Galaxy S20, S20 + e S20 Ultra

Sono telefoni di alta qualità, realizzati con grande cura. La cosa che colpisce di primo acchito è lo schermo splendido, rispettivamente da 6.2, 6.7 e 6.9 pollici, a ben 120Hz. Quella della frequenza di aggiornamento così alta  che rende le immagini in movimento particolarmente fluide, specie quelle dei videogame. L’altra caratteristica importante sono le fotocamere: tre sull’S20, quattro sull’S20+ e S20 Ultra. Ma quest’ultimo, invece di avere il sensore principale da 64 megapixel, ha il 108 megapixel sviluppato da Samsung e già apparso (stranamente) sul Mi Note 10 della concorrente Xiaomi. Cambia anche la camera frontale, che passa da 10 a 40 megapixel sull’Ultra, è lo zoom da record che da 30x raggiunge i 100x. Si possono anche girare video in 8K. Zoom che funziona discretamente: anche se non è paragonabile a quello di una fotocamera vera e propria, rispetto agli altri smartphone oggi disponibili è un bel salto in avanti. Ma che la Samsung offra sui suoi telefoni le fotocamere migliori in circolazione non è una novità. Tanta grazia in fatto di foto si paga in una maggiore sporgenza sul retro dove sono state alloggiate le ottiche, soprattutto sull’Ultra. Ogni modello verrà venduto in diverse dotazioni di memoria, che sull’S20 e S20+ va dagli 8 ai 12Gb, mentre sull’Ultra da 12 a 16Gb, e cambia anche lo spazio di archiviazione raggiungendo su Ultra e S20+ i 512 gb.  Per quanto riguarda i prezzi  partiamo da 929 euro per l’S20, 1029 euro per l’S20+, 1379 per l’S20 Ultra e si toccano i 1579 euro per la variante più potente di quest’ultimo. Di queste. solo dell’S20 e S20+ esitono versioni 4G, per il resto sono invece 5G.

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *